Chirurgia Generale

In Chirurgia Generale i sistemi laser sono i preziosi alleati del chirurgo in molte procedure, da operazioni di routine come la litotrissia della calcolosi biliare, alla chirurgia della mammella ai più complessi interventi di resezione.
La tecnologia più avanzata mette a disposizione dei chirurghi una vasta gamma di sorgenti e lunghezze d’onda per tagliare, coagulare, vaporizzare o rimuovere il tessuto sia in endoscopia sia in chirurgia a cielo aperto.

Ogni lunghezza d’onda ha un suo specifico effetto sul tessuto biologico. La combinazione tra l’interazione laser-tessuto, il sistema di trasmissione utilizzabile e i parametri di funzionamento del laser, determina l’effetto complessivo finale del sistema laser durante l’intervento chirurgico.

Nelle mani del chirurgo specializzato e adeguatamente formato, l’utilizzo dei laser in sala operatoria permette di:

  • tagliare o rimuovere il tessuto malato senza danneggiare i tessuti sani adiacenti
  • ridurre o distruggere tumori e lesioni
  • cauterizzare (sigillare) i vasi sanguigni per ridurre le perdite ematiche
  • bloccare le terminazioni nervose per ridurre il dolore e il disagio post-operatorio
  • ridurre il rischio di infezione dell’incisione
  • sigillare i vasi linfatici per minimizzare il gonfiore e ostacolare la diffusione delle cellule tumorali
  • minimizzare l’estensione dell’area interessata dall’intervento chirurgico
  • ottenere una guarigione più rapida della ferita

I sistemi a CO₂ e a tullio in virtù della loro potenza e precisione sono particolarmente indicati in chirurgia nella riduzione o distruzione di molti tipi di tumori e stanno progressivamente trovando sempre nuove applicazioni.

Il laser CO₂ è principalmente uno strumento chirurgico, con effetto sul tessuto di taglio o ablazione e riduzione delle perdite ematiche, grazie all’azione termica sprigionata dalla sua energia. Questo tipo di laser viene utilizzato per rimuovere strati superficiali della cute senza penetrare in quelli più profondi.

Il CO₂ rientra nella categoria dei laser “WYSIWYG” (What You See Is What You Get – quello che vedi è quello che ottieni). L’operatore può così monitorare costantemente la profondità di penetrazione durante l’intervento.
Equipaggiato con un set completo di manipoli e accessori, come il micromanipolatore EasySpot Hybrid e gli scanner HiScan Surgical e Endoscan, Il sistema SmartXide² può essere agilmente configurato di volta in volta in base alle diverse esigenze della chirurgia a cielo aperto ed endoscopica.
Approfondisci come la microchirugia laser CO₂ può garantirti le migliori performance in sala operatoria.

La gamma Asclepion Laser Technologies per la chirurgia generale e oncologica comprende anche il sistema MultiPulse Tm+1470, nel quale laser a tullio 1940 nm e laser a diodo 1470 nm sono miscelati in un’unica fibra.
Uno strumento chirurgico veramente performante nella resezione di numerosi tipi di tumori (fegato, pancreas, polmoni, intestino, ecc.) che assicura al chirurgo un preciso controllo sia del taglio che dell’ablazione attraverso la regolazione immediata e intuitiva dei più importati parametri operativi.
Il sistema MultiPulse Tm+1470 consente di operare velocemente con un ottimo effetto emostatico, regolabile semplicemente a seconda delle necessità, attraverso un pedale, miscelando opportunamente le due lunghezze d’onda disponibili.
La luce laser può venire convogliata all’organo da operare attraverso un endoscopio: questo permette al chirurgo di intervenire in sedi anatomiche che prima potevano essere raggiunte soltanto con interventi di chirurgia tradizionale a cielo aperto, garantendo una visione chiara e nitida del campo operatorio.
Nella chirurgia generale l’abbinamento di laser ed endoscopio permette di effettuare interventi in modo molto preciso e mirato. In molti casi l’impiego del laser, rispetto ad altre tecniche più invasive, consente di diminuire l’estensione dell’area rimossa, a fronte di un ridottissimo danno termico laterale, con un’ottima emostasi e aerostasi (nel caso di metastasi polmonari).

Trattamenti principali

Resezione in chirurgia a cielo aperto e in endoscopia di tumori al fegato, pancreas, intestino e polmone | chirurgia della mammella (es. mastectomia e mastoplastica) | asportazione di cisti | ulcere da decubito | sbrigliamento della ferita | calcolosi biliare

Clinical Gallery

Chirurgia generale:

(A) epatectomia destra per presenza di metastasi multiple da adenocarcinoma del colon, effettuata utilizzando il sistema laser MultiPulse Tm + 1470. La tecnica permette di ottenere un’ottima emostasi, un limitato danno termico ai tessuti (B) e la chiusura dei vasi biliari.

[Gentile concessione del Prof. G. Sgroi, Direttore di Chirurgia Oncologica – Ospedale di Treviglio (BG)]

Prodotti Correlati

MultiPulse Tm+1470
multipulse-tm-plus-1740-icon

MultiPulse Tm+1470 è l’unico sistema che combina un laser a Thulium 1940 nm con uno a diodo 1470 nm (potenze massime 120 W + 30 W), ideato appositamente per garantire le migliori prestazioni in sala operatoria.

SmartXide²
smartxide2-ENT-icon

Il sistema SmartXide² con sorgenti laser a CO₂ e a diodo è tra le soluzioni più versatili e d’avanguardia disponibili nel mercato chirurgico. È indicato per la microchirurgia di precisione in ORL e Ginecologia, per la Neurochirurgia e la Chirurgia Generale.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca